Betting school

I 5 errori più comuni che ti fanno perdere le scommesse

5) Compulsività

La compulsività è strettamente collegata agli aspetti psicologici, ed è di fatto una delle cose che va tenuta maggiormente sotto controllo.
Spesso lo scommettitore riesce a operare in tutta calma dopo aver fatto delle buone analisi, ma poi soprattutto a margine di una bad run o di una winning streak, decide di fare “quella giocata in più”, perché non è in grado di saper dire BASTA.
La compulsività è pericolosa perché rischia di farci bruciare quanto di buono abbiamo creato in una giornata o peggio ancora rischia di farci peggiorare il saldo, se già negativo, dopo una giornata storta.
Pianificare le proprie giocate, corretta gestione del bankroll e la lucidità mentale sono armi per ridurre al minimo questo fattore pericolosissimo che può danneggiarci.
Basti pensare che i bookmaker sono perfettamente consci della nostra vulnerabilità, e lo “spezzettamento” delle partite di calcio in diverse fasce orarie è proprio mirato a farci fare sempre quella giocata in più.
Vi faccio un esempio: anticipo di Serie A con partita sulla carta scontata. Questa partita salta, si torna perciò in agenzia per giocare le partite delle 15.00; se qualcosa va male c’è il posticipo delle 17.30 o altri campionati alle 18.00; se poi non dovesse bastare c’è il posticipo serale, e poi altri campionati nella notte. Chi non ha pianificato a inizio giornata (grazie all’analisi) su quali partite scommettere, si troverà letteralmente in balia degli eventi (sportivi).

SCOMMETTI SU SISAL!

APPROFITTA DEL BONUS!

About the author

Maurizio Petti